Archivio: Container caduti sulla Fascia di Rispetto (foto Giova)

Sta per essere rinnovata la concessione a Nuovo Borgo Terminal Container, per il deposito container nella striscia a sud della Fascia di Rispetto adiacente alla pista ciclopedonale “lato mare”. Concessione che doveva essere provvisoria e invece è in essere da parecchi anni.C’è poco tempo per chiedere che vengano assegnati spazi più idonei alla prosecuzione delle attività di NBTC e di non rinnovare la concessione dell’area attualmente assegnata. La presenza dei container così a ridosso della Fascia di Rispetto penalizza un’area pregevole e molto frequentata più volte pubblicamente apprezzata dallo stesso Sindaco per la posizione tra acqua e verde e che, presto, potrebbe diventare un parco panoramico che ripaghi in parte la cittadinanza e diventi un punto attrattivo d’accellenza.

SuPra’tutto vuole anche in questa occasione sostenere le legittime richieste ed aspettative dei suoi lettori organizzando un invio facilitato di un appello (di seguito il testo integrale della mail) condiviso a Regione, Comune, Municipio, ed Autorita’ Portuale. Compila il form e partecipa all’appello.

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Data Invio (richiesto es. "2018-02-12")

Oggetto: GIU’ LE MANI DALLA PISTA CICLOPEDONALE di PRA’

Egregi Signori,
Il giorno 30 maggio,sul quotidiano il Secolo XIX, è apparsa la comunicazione della richiesta di proroga della concessione per le aree provvisoriamente occupate dai container della società Nuovo Borgo Terminal Container (NBTC).
Questi container sono adiacenti alla passeggiata ciclo-pedonale della Fascia di Rispetto e del Canale di calma di Pra’ e offrono un’immagine poco rassicurante ai cittadini che fruiscono dell’area per passeggiate e svago. Nel recente passato, infatti, alcuni di questi contenitori, per l’azione di forti venti, sono crollati sulla passeggiata mettendo a serio rischio l’incolumità dei cittadini ed hanno arrecato danni alle strutture di illuminazione e di diffusione sonora, che sono beni pubblici, e che, a quanto mi risulta, mai sono stati riparati da allora.
Con questa mia premessa intendo richiedere che non venga concessa l’estensione della concessione a NBTC, valutando invece la possibilità di concedere a questa società un’altra area più idonea per proseguire la propria attività lontano dalla passeggiata, dalla Fascia di Rispetto e dal centro abitato. Vi ricordo che questa area era stata data in concessione provvisoria almeno sette anni fa; parliamo di una concessione soltanto provvisoria proprio per dare modo alle autorità competenti di individuare aree più adatte e lontane dalla zona abitata e dalla Fascia di Rispetto di Pra’.
Penso quindi che ora sia giunto il momento di trovare una soluzione definitiva per questo operatore portuale rispettosa però dei diritti e delle esigenze della cittadinanza residente a Genova-Pra’.
Sottolineo infine che la zona attualmente occupata da NBTC, secondo accordi con il Comune e con l’Autorita’ di Sistema Portuale è destinata alla realizzazione delle dune alberate per la mitigazione visiva e acustica dell’operatività portuale.

Certo di un vostro interessamento, porgo cordiali saluti.