In ricordo di Mario Bertolotto

Un breve ricordo di un praese DOC , di cui tanti sentiranno la mancanza….1948-2018. Illustriamo questi frammenti a lui dedicati con un’ immagine scolastica, gentilmente messa a disposizione da Nino Durante, con lui nell’immagine. Mario e’ il quarto da sinistra nella fila in basso, proprio sotto al maestro, Stefano Dondo.

La Redazione si unisce al dolore di parenti ed amici.

Nino: purtroppo anche Mario Bertolotto se n’è andato: un’altra parte vitale di noi vicini ai 70, ragazzo stimato, indimenticabile compagno di scuola, eccellente conversatore ma soprattutto un caro amico…

Paola: un vicino di casa gentile e riservato

Enrico: un amico e un grande genoano

Orietta: è triste perdere un amico, la fortuna è averlo avuto

Roberto: ricorderò sempre le nostre chiacchierate fra le 6 e le 7 del mattino, era veramente un piacere

Niclo: ciao Mario, caro amico d’infanzia

Dani: quando ci manca una persona cara ci restano i ricordi: sono perle preziose

Pino: ciao Mario, vecchio cuore rossoblu

Rita: e un altro amico di sempre è sceso dal carrozzone, e le fermate sono sempre più ravvicinate

Lucia: se n’è andata una persona speciale.

3 Comments

  1. Un amico, riservato ma cordiale da giovane. Ne avevo quasi soggezione, avendo qualche anno meno di lui.
    Un gran signore da adulto, con un suo stile sobrio, quasi elegante.
    Purtroppo ogni volta che che ci si guarda intorno per scrutare volti conosciuti e familiari…. qualcuno manca e un’epoca piano piano se ne va.
    Grazie Ninetto per l’omaggio fotografico e il bel ricordo, è un dovere a cui non ti sottrai mai e questo ti fa onore. Francesco

    • Grazie Francesco per le tue belle parole: purtroppo quando se ne va una persona con cui hai condiviso i momenti focali della tua vita, se ne va sempre una parte di te: Mario per me era un punto di riferimento: il caffè assieme, le discussioni accorate sul Genoa, gli scambi di opinioni sui campioni di tennis (Mario era uno dei pochi amanti di questo sport), gli sporadici ma sempre piacevoli ricordi di scuola senza contare i confronti sui temi più disparati. come quelli riguardanti la lingua genovese e perché no, anche quella italiana. Poi il canonico saluto poco prima di mezzogiorno. Tutto questo mi mancherà ma mi ma mancherà soprattutto maledettamente lui, Mario Bertolotto, il mio ex vicino di banco e Amico…

  2. Non lo conoscevo, ero anche io piu’ piccola e non andavo alla Thouar…ma era davvero un bel bambino e suppongo sia diventato la persona bella dentro e fuori che tutti ricordate.
    Mario, riposa in pace.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*