Candidati alla Presidenza della Regione Liguria: Ferruccio Sansa

Redazione –

 Come anticipato nell’articolo del 20 agosto u.s., SuPra’tutto ha chiesto di intervistare i candidati alla presidenza della Liguria. Il primo a rispondere è stato Ferruccio Sansa, via e-mail, con le seguenti dichiarazioni: «La questione del collegamento pedonale tra Genova e la sua provincia rimane un caposaldo della nostra visione di Regione. In questo contesto si inserisce il tratto da voi menzionato che purtroppo l’amministrazione Toti e di conseguenza quella comunale Bucci non ha assolutamente considerato negli ultimi anni. Sarà prioritario, quindi, rilanciare la partecipazione a bandi e fondi europei per dare continuità a quanto eseguito con in fondi P.O.R. 2007/2013 e ridare vivibilità a quartieri come Pra’ – Palmaro con il prolungamento di una Fascia di Rispetto (di Pra’) che possa creare argine alle servitù che ivi insistono. Missione prioritaria dell amministrazione regionale sarà anche quella di coniugare i rapporti di Autorità Portuale con la civica amministrazione non solo dal punto di vista dei concessionari (come si è fatto con l amministrazione attuali Toti e Bucci dislocando contenitori in ogni dove) ponendo al centro lo sviluppo con una doverosa compatibilità ambientale correggendo errori fatti in passato. Non si dovrà più pensare allo sviluppo portuale senza prima pensare alla comunità che con il porto convive. Quindi pieno sostegno alle iniziative della cittadinanza attiva in sinergia con le istituzioni a cominciare da quella municipale come peraltro il recente passato ha dimostrato funzionare nell’ambito degli interventi P.O.R. Pra’ Marina. Infine la cura del realizzato che anche se di stretta competenza comunale, deve essere adeguatamente sostenuta da fondi di carattere regionale in un’ottica di città policentrica e di città metropolitana. Solo così non avremo più situazioni come quelle che si stanno vivendo in questi mesi dove nonostante le promesse si continua a percepire due modi diversi di considerare i cittadini».

1 Comment

  1. Ora si che ci siamo. Sansa dimostra di conoscere bene la nostra realtà e la necessità di completare adeguatamente la sistemazione del nostro litorale. Mi fa piacere leggere che non intende continuare con la politica di “container dovunque” che ci ha portato ad un vero assedio degli spazi duramente conquistati all’espansione delle aree portuali. Condivido il suo progetto di cura e manutenzione del verde in ogni zona…e non come ora, con serie A e serie Z… Mi auguro di cuore che possa essere lui il nostro prossimo presidente

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*