Via della SS Trinità…e il mare di Pra’

Guido Barbazza

Michele Stagno ha notato la presenza di una pregevole vista di Pra’ nell’atrio di un palazzo di via San Romolo, costruito negli anni 1955/60. Probabile riproduzione di un originale d’epoca, raffigura il tratto di ponente di via della Santissima Trinità, prima della realizzazione della piazzetta Palmaro. A destra si scorge l’elegante sagoma della chiesa dell’Assunta con il suo campanile che svetta verso il cielo. A sinistra c’è il muro di cinta del Cimitero di Pra’, alla fine del quale si intravvede l’antichissimo Oratorio. Fantastico è quanto si vede sullo sfondo, e cioè la bellissima spiaggia e il mare azzurro che si perde a vista d’occhio, verso l’orizzonte. L’asino in primo piano certamente non avrebbe neanche lontanamente immaginato che quello splendido paesaggio di riviera venisse poi così brutalmente devastato per costruire il Bacino Portuale di Pra’, cosa che neanche gli asini, con tutto il rispetto per i simpatici quadrupedi, avrebbero potuto concepire. La pregevole immagine è stata inviata dalla FondAzione PRimA’vera al Comune di Genova, quale importante testimonianza storica per il disegno ed il progetto della pavimentazione, dei muri, degli arredi urbani e della contestualizzazione ambientale delle nuove opere di recupero e valorizzazione della zona circostante l’antica Pieve di Pra’ – Palmaro prevista dal progetto “Pinqua”, l’importantissima opera che trae idee e visione dal progetto “Ridiamo il mare a Pra’ – Palmaro” della FondAzione PRimA’vera.


1 Comment

  1. Un’immagine molto bella e suggestiva… Bene avete fatto ad inviarla al Comune: oltre alla corretta fonte di ispirazione per la futura sistemazione di questa zona, potrà essere un ulteriore “richiamo e ricordo” di ciò che abbiamo sacrificato per lo sviluppo (Sic) del Porto e monito affinché la strada imboccata adesso non abbia improvvise e assurde svolte… Basta nuove servitù, basta nuova terra in mare… Avanti con la riconquista di bellezza e qualità di vita!

Rispondi a Maria Luisa Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*