L’Olimpic di Pra’ festeggia 50 anni di gloriosa attività sportiva-nuove foto vecchie glorie

Elis@Provinciali

Foto di Laura Ciannetti

<<Le nostre radici, fondate sulla solidarietà e condivisione, hanno fatto della nostra società motivo di orgoglio per tutti noi>> così Salvatore Caratozzolo, fondatore del sodalizio, nel lontano 1971, all’inizio composto da un unica squadra, ed in appoggio al “Gruppo Abele”, che ha dato quell’ imprinting di unità ed attenzione sociale, rimasto per questo mezzo secolo di impegno, volontariato e successi sportivi. <<Non solo calcio, prosegue il presidente onorario, ma anche aggregazione, amicizia , aiuto, ad esempio, con donazioni a favore dell’oncologia infantile, al Gaslini, collaborazione con le scuole dell’IcPra’ e realtà associative del territorio…>> L’elenco potrebbe continuare, in 50 anni la società, che conta attualmente 300 atleti,iscritti nelle varie leve, ha formato generazioni di calciatori anche di valore, molto spesso Sampdoria e Genoa pescano tra i nostri ragazzi. Il campo principale “Branega” ha subito parecchi rifacimenti ed è contiguo al piccolo impianto “Ratto”, certamente un’area assai vasta, che abbisogna di costante manutenzione, cui i soci fanno fronte con qualche aiuto istituzionale, perchè, continua il presidente onorario Caratozzolo <<non abbiamo mai cercato ricchi sponsor , facendo fronte anche con l’acquisizione di altre società sportive, l’anno di rinascita, dopo un periodo critico, fu il il 1994>>. E quindi, dopo un anno di forzata pausa per la pandemia, domenica 19 si dà inizio a questa grande festa “diffusa”, che inizia alla rotonda del basilico, dove la Scuola e Banda Musicale “C. Colombi”, alle 9.30, scalda gli strumenti, per poi guadagnare, in corteo e musica , il grande campo sportivo. Tra le bandiere sventolanti e gli stendardi, i ragazzi schierati in divisa, la banda effettua alcuni giri di campo, suonando gli inni di Pra’ e nazionale, segue l’intervento istituzionale delle “autorità”, dall’assessore Anzalone che ha portato i saluti del Sindaco e di Toti, Chiarotti, presidente uscente del Municipio VII, il numero uno della Figc regionale sig.Ivaldi, il presidente naz. Uisp, sig.Pesce, del Coni, sig Micillo, mentre la sintesi è stata effettuata dall’attuale presidente dell’ Olimpic, avv.to Daniele Camino, che come i precedenti interventi, ha parlato del valore riconosciuto dello sport del calcio, come elemento formativo del carattere, dell’autodisciplina e del benessere fisico. Successivamente, Camino ha voluto puntualizzare come<< la società stia crescendo esponenzialmente, nominata “scuola calcio d’elite”, le nostre leve under 14, 15, 16, hanno raggiunto le finali regionali, e la under14 è stata invitata recentemente a Cairo, torneo internazionale, dove si è confrontata con squadre come l ‘Inter ed il Borussia…sono molto orgoglio di presiedere questa associazione , che ci da tante soddisfazioni>>. A seguire, un grande rinfresco, nella zona del campetto piccolo, dove tra un tocco di focaccia , un salatino ed una fetta di anguria, i presenti hanno potuto osservare la mostra delle foto d’annata con i momenti salienti della società. Infine una partita tra vecchie glorie calcistiche ha concluso “en action”, la significativa e molto affollata festa di questo cinquantesimo…praticamente, nozze d’ oro tra Pra’ e l’Olimpic 1972.

Foto di Giuseppe Bruzzone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*