Da Pra’ al Togo, rotta della solidarietà per i gozzi della SMS Pescatori

Elis@Provinciali

Un intero week end di lavoro, per approntare il carico in partenza verso il lago artificiale Nang’beto, che divide in due un piccolo villaggio nell’Africa Occidentale, e costituisce la fonte di sostentamento per tante famiglie di pescatori locali. Il presidente del sodalizio, Lorenzo Spera, affiancato da Giuliano Casazza, ed oltre una trentina di volontari, soci infaticabili, hanno unito le loro energie per collocare 5 gozzi ed un’ imbarcazione a motore su un container che, dal porto di Genova, andrà a dare una mano, concreta ed utilissima, proprio dove c’è più bisogno. Stivate anche molte altre cose, per gli amici del Togo: mascherine chirurgiche e ffP2, materassi , sedie, un pianoforte, e mille metri di preziose reti da pesca, dono della cooperativa “San Pietro”, pescatori professionisti di acciughe <<….sarà una festa quando, dopo un lungo viaggio, arriveranno a destinazione >> racconta Suor Rita, che con le consorelle di nostra Signora della Visitazione, sede italiana a Loano è in missione nel continente africano da moltissimi anni.<< Abbiamo lanciato questo appello, di seguito alla morte di Mathias, giovane pescatore, che è affondato nel lago…purtroppo, le barche usate qui sono insicure, usurate, spesso imbarcano acqua…colto il bisogno, abbiamo ricevuto ascolto , tramite l’Arci Pesca e l’assessore comunale Francesco Maresca, dalla Società di Mutuo soccorso Pescatori Pra’ e San Pietro, che ringrazio di cuore per aver dimostrato questa sensibilità >> Sara Profumo, figlia del compianto Pirolin, socio storico, inventore della Festa del Basilico, ha donato la barca del padre, in sua memoria e ricordo. Nella fase iniziale, i volontari sono stati coadiuvati da amici degli Alpini, dell’Alemante, degli Scout…quando occorre l’aiuto, i praini non esitano ad unire le loro energie, la solidarietà è un valore profondo e sentitoEffettivamente l’associazione è stata fondata ben 103 anni fa, ed annovera oltre 280 soci, mentre le banchine ospitano 182 imbarcazioni. Ha sempre avuto un posto importante nella vita sociale praese, organizzando gare di pesca, uscite sportive ed attività con le scuole, borse di studio, per avviare i giovani ad uno sport che potrebbe anche diventare un mestiere, e comunque resta saldamente ancorato alle nostre radici e tradizioni.  Come raccontano Spera e Casazza, << l’Sms interviene anche sul territorio in diversi modi, abbiamo riportato in ordine il parco giochi di Via Ramellina, fatto donazioni all’Ospedale Evangelico, cerchiamo di aiutare la Parrocchia, la Banda di Prà… non avremo potuto ignorare questo appello, anzi ci piacerebbe ripetere l’iniziativa: nel nostro passato di associazione v’era stato 50 anni fa, un analogo viaggio con donazione di imbarcazioni in Africa, e spero tanto sia possibile, con l’aiuto anche di altre realtà, inviare un nuovo carico >>. Colpisce al cuore questa rete di aiuto che si sta consolidando ed avrà certamente un seguito: nessun giovane pescatore dovrà più perdere la vita come Mathias, abbiamo tutti il dovere di aiutare quella parte della Terra che soffre maggiormente…e sarà una gioia condivisa averlo fatto!

2 Comments

  1. Gran bel gesto di generosità e solidarietà umana.
    Quando le persone sanno che ciò che donano andrà a buon fine, diventano veramente generose e nello stesso tempo ricevono altrettanta gioia perché donare fa bene al cuore!

Rispondi a Rita Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*