Votiamo per Pra’

Stefano Silvestri –

Giorno dopo giorno entriamo nel clima elettorale. Ognuno di noi pone sempre molta attenzione ai temi proposti dai media. Ci addentriamo in pensieri su temi in scala nazionale o addirittura internazionale ma spesso poniamo poca cura all’importanza delle elezioni del Consiglio Municipale. A volte la troppa attenzione per il Sindaco cittadino porta alla noncuranza nella scelta dei propri rappresentanti in Municipio. Il Municipio è l’istituzione più vicina alla vita quotidiana e puo’ influenzare enormemente la qualità dei servizi nei quartieri e delegazioni, specie nelle aree più decentrate.  A questo punto sarebbe importante riflettere sulla nostra area. Il Municipio VII Ponente è composto dalle ex delegazioni di Pegli (circa 30.000 abitanti), Pra’ (circa 28.000 abitanti) e Voltri (circa 15.000 abitanti) A fronte dei numeri indicati chiunque potrebbe pensare che la rappresentatività territoriale dovrebbe essere proporzionale alla distribuzione demografica per la nomina dei 23 rappresentanti municipali. Invece no!  In assenza di indicazione di preferenza viene attribuito il voto in ordine di lista (secondo ordine stabilito da partiti e/o liste). Questo fattore ha sempre portato una iniqua distribuzione di rappresentanza. Pensare che nell’ultima legislatura Pra’ è rappresentata con 4 consiglieri Praesi Si avete capito bene, solo 4 a fronte di 28.000 Abitanti. A questo punto penso sia importante sintetizzare un messaggio per la prossima elezione comunale. Non limitiamoci a porre una croce sul simbolo di partito (qualunque esso sia nel pieno rispetto della libertà di voto e di coscienza), indichiamo la preferenza per il candidato consigliere municipale praese della lista che voteremo, affinchè Pra’ abbia un numero di rappresentanti equo rispetto al numero di abitanti. Il nuovo Municipio potrà far molto per la qualità della vita e rappresentare in maniera ancor più incisiva Pra’ a livello comunale. Per questo invito i lettori a informarsi sui candidati praesi, ascoltarne i programmi e monitorarne il lavoro. E’ anche fondamentale che i vari partiti politici meditino su quanto sopra esposto e inseriscano un congruo numero di candidati praesi nelle loro liste. Sarà molto importante il ruolo della tribuna elettorale praese che la Fondazione Primavera sta organizzando. Non sottovalutiamo l’importanza per Pra’ di ogni nostro singolo voto

 

3 Comments

  1. condivido ma bisogna che prima ci siano le teste da votare e non di certo quelle presenti che sino ad ora hanno espresso area di partito e questo vale anche per le iniziative in essere per la creazione della Fondazione che andrà a sostituire Pra’ Viva – basta alle logiche di spartizione ed alla presenza dei soliti.

  2. Giusto, volti nuovi, magari una lista civica, perche’ no?
    I “soldatini di partito”, quali che siano, hanno fatto il loro tempo.E spesso, pure danni a Pra’.
    Ergo, concittadini preparati e motivati, espressi dalla societa’del territorio; politici di professione ANCHE NO GRAZIE.
    Speriamo si facciano avanti candidati con questi requisiti.

  3. Giusto quello che dice Antonio. Certo che anche i rappresentanti scelti dai partiti che sono di Voltri e di Pegli non sembrano propriamente delel aquile, quindi ha ragione Stefano, anche se la qualità generale dovesse essere la stessa e quindi molto bassa meglio votere candidati di Pra’ che almeno un minimo di attenzione alla delegazione la faranno, o gliela faremo fare noi a suon di urloni.

Rispondi a Renato Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*