Una stazione ferroviaria usata come pattumiera

Redazione –

Una nostra lettrice ci evidenzia con costernazione e grande disappunto il pessimo stato in cui versa la nostra stazione ferroviaria; le fotografie che ci ha inviato sono evidentemente più eloquenti di ogni possibile frase di commento. Le aree immediatamente a ridosso della piattaforma ferroviaria sono di fatto ridotte allo stato di pattumiera; in esse ogni tipo di rifiuto è stato abbandonato all’aperto tra i pochi e tristi fili d’erba che ancora vi crescono, con una noncuranza per le più elementari leggi dell’educazione e del vivere civile che davvero lascia a bocca aperta. Proprio un triste spettacolo per chi si trova a frequentare la stazione ferroviaria; una situazione vergognosa che è il risultato di una duplice mancanza: l’azione dolosa di persone che hanno evidentemente grossi deficit nei comportamenti basilari dovuti al vivere all’interno di una comunità umana civile e dall’altro una non sufficiente azione di pulizia e decoro degli spazi all’interno ed intorno alla nostra stazione da parte di RFI e/o di AMIU. E purtroppo anche in altre parti di Pra’ le cose non vanno certo meglio. Basti vedere lo stato penoso in cui versano quasi tutte le aiuole intorno a via Pra’ o anche alcuni dei sottopassi che si percorrono per scendere sulla passeggiata che costeggia il Canale di Calma. Anche qui cicche e rifiuti in abbondanza a trasformare quelli che avrebbero dovuti essere piccoli e graziosi spazi verdi o luoghi di passaggio in veri e propri immondezzai. Particolarmente allarmante è in particolare lo stato delle aiuole intorno alla rotonda Scoglio dell’Oca; oltre alla gran quantità di carte, plastiche e rifiuti in esse abbandonate e alla desolazione delle poche piante mal curate si somma anche il fatto che il telo plastico nero, inizialmente posto sotto la ghiaia ed il terriccio, è ormai in gran parte esposto allo scoperto e rende l’immagine di questi spazi ancora più triste ed avvilente.

4 Comments

  1. Non ci sono parole per condividere lo schifo ed il disprezzo per coloro che insozzano gli ambienti comuni!
    Telecamere…obbligo di ripulire, o senno’, daspo urbano!

  2. È possibile che non ci si renda conto che insozzare e riempire di rifiuti l’ambiente lontano o intorno a noi, è un’azione che si ritorce immancabilmente contro tutti noi che viviamo e occupiamo l’ambiente stesso??? Non ci sono parole abbastanza insultanti per disprezzare gli autori di questo continuo scempio! !!

  3. Le persone che sporcano purtroppo sono sempre esistite ma un tempo c’era un servizio di pulizia efficiente mentre adesso questo lavoro è svolto in modo non approssimativo e non copre tutte le zone, alcune come la zona stazione ed il parco Dapelo non vengono mai pulite. È Sconfortante vedere le aree verdi così trascurate, perché non sono previsti interventi regolari di manutenzione e pulizia?

  4. Segnalo in quell’area è presente una tenda da campeggio, dove vivono accampate alcune persone in una situazione di evidente disagio. Presumo che la maggior parte dell’immondizia sia prodotta da queste persone, che da tempo considerano quella zona come la propria casa. Occorrerebbe inoltrare una segnalazione ai servizi sociali e alle autorità competenti per aiutare queste persone e porre fine alla pesante situazione di degrado che danneggia tutta la comunità.

Rispondi a Federico Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*