Tagliata la palma della vecchia stazione

Velocifero –

E’ stata purtroppo tagliata la palma della vecchia stazione. In una cartolina del 1959 la si vede già bella cresciuta, aveva quindi una settantina di anni circa, ed è caduta sotto i colpi di sega comunal-municipali pochi giorni fa. «Era oramai compromessa dagli attacchi del “punteruolo rosso” – ha dichiarato il Consigliere Municipale Roberto Ferrando – ora bisognerà piantare una nuova palma che sia immune agli attacchi del parassita». I cittadini praesi si aspettano che la piantumazione avvenga rapidamente e con una pianta già di dimensioni considerevoli, per mantenere in sito quello che nel corso dei decenni è diventato una sorta di simbolo della stazione praese. Marco Corzetto, docente dell’Istituto agrario “B. Marsano” e libero professionista nel settore della cura dei giardini e dei parchi ha dichiarato che: «Una dopo l’altra le piante della Liguria vengono attaccate, in particolare a Genova è un continuo di segnalazioni di palme colpite e in sofferenza. Invece di curare e di prevenire, però, inspiegabilmente sembra prevalere la scelta di abbattere. E’ un vero peccato perché si tratta di piante centenarie e che caratterizzano il panorama ligure a memoria d’uomo». I metodi di prevenzione e cura ci sono: il Municipio dovrebbe fare maggiore attenzione a tenere sotto controllo le palme di Pra’, specie quelle che per anzianità sono diventate veri e propri simboli, potarle con continuità ed applicare prodotti specifici per tenere lontano i parassiti, invece che disinteressarsene e poi tagliare quando non c’è più niente da fare. Tra le varie cose attenzione alla antica palma di Sapello. Agli occhi attenti dei nostri lettori non è sfuggito neanche l’improvvido taglio avvenuto sempre pochi giorni fa di uno dei nuovi alberelli piantumati nell’ambito del POR – Pra’ Marina: era solo stato piegato dalle forti raffiche di vento in quanto non adeguatamente puntellato, si poteva raddrizzare, ma è stato tagliato barbaramente, senza troppi complimenti, tra l’altro danneggiando anche il bordo della pavimentazione circostante in blocchetti di porfido. I cittadini restano in attesa anche di quella ri-piantumazione, e SuPra’tutto resta a disposizione per monitorare gli sviluppi, ricevere e pubblicare queste segnalazioni, “amplificando” la voce dei Praesi.

2 Comments

Rispondi a Elisa Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*