Salone orientamentoIl giorno 3 dicembre si è svolto il 4^ Salone dell’Orientamento a Ponente organizzato dall’I.C. di Pra’, dal Comitato per Pra’, dall’I.C. di Voltri I e dall’I.C. di Pegli

Le scuole secondarie di secondo grado presenti al Salone sono state le seguenti: Liceo scientifico Lanfranconi, Liceo scientifico Fermi, Liceo classico e linguistico Mazzini, Liceo Artistico Klee-Barabino, Liceo Linguistico Internazionale Deledda, Liceo Gobetti, Istituto Nautico San Giorgio, Istituto Einaudi-Casaregis-Galilei,Istituto Superiore di Istruzione Vittorio Emanuele II – Ruffini,Liceo Linguistico Montale, Istituto Odero, Istituto Gaslini-Meucci, Istituto Calvino, Istituto Duchessa di Galliera, Istituto Marsano, Istituto Gastaldi Abba, Istituto Rosselli, Istituto Boselli – Savona, Istituto Mazzini – Da Vinci – Savona, Istituto Paritario S. Maria Ad Nives, Istituto Paritario Calasanzio e i seguenti Centri di formazione professionale: Cif, Asfor, Fassicomo,  Nives,  Cpofp,  Isforcoop, Collegio Geometri.

L’allestimento del Palamare è iniziato alle 7.30 del mattino, l’ingresso delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado, accompagnate dai docenti, è iniziato – come da programma – alle ore 9.30.
In orario antimeridiano hanno partecipato 4 classi della Dante Alighieri di Sestri, 5 classi dell’I.C. Voltri I, 5 classi dell’I.C. Pegli, alcune classi dell’I.C. Voltri 2 e 5 classi dell’I.C. Pra’, per un numero totale di circa 450 alunni . L’affluenza era organizzata secondo fasce orarie e questo ha permesso di avere un numero costante di persone nel Salone e di poter svolgere la visita con tranquillità
Il Salone è rimasto chiuso dalle ore 13.30 alle ore 14.30.
Il pomeriggio è stato caratterizzato da una affluenza numerosa di ragazzi accompagnati dai loro genitori, che si sono soffermati a lungo a parlare con i referenti delle diverse scuole.
L’accoglienza di questa iniziativa è sempre positiva e l’interesse cresce di anno in anno.
Sono molte le persone che lavorano alla buona riuscita del Salone, ma un ringraziamento particolare va – come ogni anno – ai volontari del Palamare, che mettono a disposizione la struttura e ci accolgono con un calore raro. A fine giornata, poi, ci aiutano a risistemare tutto quanto: arrivano quasi in punta di piedi, come se fossero loro ospiti nostri anzichè viceversa e – in pochissimo tempo – l’aspetto del Palamare ritorna ad essere quello conosciuto dalle persone che lo frequentano abitualmente.

Galleria Fotografica

Ivana Ottonello

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*