Notiziona- Ridiamo il mare a Pra’-Palmaro diventa realtà

Il progetto di riqualificazione della parte di ponente del litorale praese targato Comune - FondAzione vince il Bando Inter-Ministeriale Pinqua: in arrivo 15 Milioni di Euro per il Sestiere Praese.

Rendering-Grafico Progetto Pinqua x PRA'-Palmaro

Velocifero –

Sembra impossibile. Sembra un sogno, ma rumors sempre più forti, chiari ed univoci provenienti da Palazzo Tursi fanno ben sperare. Il progetto di riqualificazione della parte di ponente del litorale praese, in corrispondenza dei sestieri di Palmaro e di Cà Nuova dovrebbe avere vinto il Bando Inter-Ministeriale “Pinqua”, ambizioso progetto realizzato dal Comune di Genova in collaborazione e secondo la visione della FondAzione PRimA’vera. E’ un vero e proprio “scoop”. Una notiziona. Le comunicazioni ufficiali dovrebbero arrivare a breve, ma già l’Assessore alle Finanze, ai Lavori Pubblici e Manutenzioni del Comune, Dottor Pietro Piciocchi, ha dichiarato: «Sono felice perché è un grande risultato della Comunità Praese, frutto di un ottimo lavoro di squadra che ci darà la possibilità di fare un balzo in avanti nel miglioramento della delegazione. Ci abbiamo creduto fino in fondo e il progetto è piaciuto. Tra l’altro è tra i primi classificati in tutta Italia. Segno che siamo un’amministrazione credibile». L’ingegner Guido Barbazza, Presidente Onorario della FondAzione PRimA’vera, ha dichiarato di essere «immensamente felice per le buone notizie che giungono, per il momento ancora ufficiosamente, in merito al progetto di riqualificazione praese su cui la FondAzione lavora fin dalla sua nascita, nel 2014, raccogliendo il testimone del giornale “il Praino. La collaborazione avviata da anni con l’Amministrazione Comunale ed il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni del territorio, attraverso il Consiglio di Comunità Praese, continuano a dare preziosi, importanti, frutti, lungo il percorso per costruire Pra’ – Futura, per una Pra’ che ritorni ad essere bella e vivibile, seppur in modo diverso, come un tempo». Il dott. Francesco Maresca Assessore Comunale allo sviluppo portuale ha dichiarato << È un grande orgoglio per tutta la comunità questo risultato. Grazie al lavoro sinergico di questi anni abbiamo raggiunto questo finanziamento Pinqua, frutto del lavoro congiunto di tutti. Pra’ deve essere un grande quartiere residenziale di Genova, dobbiamo riconsegnare ai praini la bellezza ed è proprio sul concetto di bellezza che abbiamo costruito un percorso con i tavoli palmarium con il consiglio di comunità praese, il lavoro continuerà con piano sviluppato e accolto anche dal Governo>>.  Questo importante finanziamento, di ben 15 Milioni di Euro, come illustrato in occasione della conferenza “Phygital” tenutasi a Villa De Mari il 21 giugno u.s., consentirà di recuperare e valorizzare il settore di litorale praese maggiormente impattato dall’invasività portuale, quello di ponente, riqualificando il borgo storico attorno alla Chiesa dell’Assunta con pavimentazioni in pietra e arredi urbani in linea con il POR – Pra’ Marina, che comincerà così la prima fase di estensione verso ponente a partire da dove si è fermato, in corrispondenza del Rio Branega. Tra le varie cose, importanti interventi di riqualifica sono previsti anche per Villa De Mari e per le antiche crose praesi che da via della SS Trinità si inerpicano sulla collina fino a Cà Nuova. L’intervento è programmato arrivare fino alla zona di via alle Sorgenti Sulfuree, in sincronia con lo spostamento a mare del tratto di linea ferroviaria GE-XX Miglia tra il rio Branega ed il Rio San Giuliano, ma l’atteggiamento positivo, proattivo e collaborativo sia del Comune sia dell’Autorità di Sistema Portuale fa ben sperare nel suo prolungamento, in una seconda fase, fino al Rio San Giuliano / Officine Verrina di Pra’, a completamento della visione “Ridiamo il mare a Pra’ – Palmaro”.

DP_PRESENTAZIONE_rev2

Book Progetto Ridiamo il mare a PRA’- Palmaro (1)

Il Comune candida Pra’ per il Bando Inter-Ministeriale

Rendering-Grafico Progetto Pinqua x PRA’-Palmaro

10 Comments

  1. Una notizia veramente BELLA! il sogno può diventare realtà! Spero con tutto il cuore di riuscire a vederlo realizzato. Ricordo come fosse adesso, più di vent’anni fa, nel salone polivalente della parrocchia di N.S.del Soccorso e San Rocco, il preside di Architettura ci disse :”cittadini di Pra’, NON ABBIATE PAURA DI SOGNARE…”.
    Non abbiamo avuto paura e ci abbiamo creduto fortemente. Quando volontà e costanza lavorano insieme si ottengono cose grandi. Grazie Praino, grazie FondAzione PRimA’vera, grazie alle Istituzioni che hanno aiutato i sogni di Pra’…

  2. GRANDE GRANDE NOTIZIA!!
    Dopo tanta fatica e tanto lavoro instancabile di chi negli anni non ha smesso di sperare e lavorare per la concretizzazione di un progetto ambizioso, si comincia davvero a crederci! Certo ci vorrà del tempo e ancora tanta pazienza perché i lavori lo richiedono ma finalmente avremo un “bel posto” dove vivere ristabilendo il contatto con l’acqua e la natura che, per far spazio “all’economia ” ci sono stati torli senza criterio!

  3. Sono un vecchio praino, quando ero ragazzo molte strade di Pra’ non erano ancora asfaltate e non posso neanche dire che era meglio di oggi. Posso dire che Pra’ non ha mai espresso persone capaci di farsi sentire e di essere determinanti nel pensare ad un suo futuro. Partiti, comitati, saltimbanchi, nani, pagliacci, affabulatori, tutti sotto qualche bandiera o con qualche interesse ma generalmente incapaci di incidere nel concreto e dalla mediocrità quasi generale. considerati paladini, qualcuno persino eroe; a mio giudizio, salvo qualche raro esempio di buona volontà, i più non erano all’altezza. Pensiero, Visione Strategia Azione, finalmente comincio ad annusarle nell’aria nuova che tira. Pra’ è sempre stata acefala e il tempo e la storia hanno detto quanto lo ha pagato caro. Ora sembra che a Pra’ una Testa pensante ci sia, e si vede. Mi auguro che non venga montata una ghigliottina in Piazza Sciesa. Grazie Fondazione Primavera per il fatto ma sopratutto per il da fare. Una volta si diceva : “tra il dire e il Fare c’è di mezzo il Mare …. per quelli che hanno sempre e solo detto il mare lo abbiamo
    perso …forse varrebbe la pena dare una mano a chi Sa . ..e vuole Fare. Pra’ Futura non è più un sogno.

  4. Grazie Elisa per la notizia che mi hai dato…l’aspettavo da tempo ed ora penso di poter vedere almeno figli a nipoti correre sulla passeggiata a Pra’…Una cosa grandiosa, grazie a tutti.

  5. Adesso dovremo seguirli con attenzione, che le cose davvero vadano come devono, possiamo ben sperare dopo tanto sbattimento!

  6. Sono oltre dieci anni che parlammo di “ridare il mare a Pra’-Palmaro”, ai tempi sul mitico Praino, in seguito vi sono state raccolte firme, progetti, discussioni, sogni, fiumi di parole dette e scritte , tavoli tecnici, quadrati e rotondi…e mai abbiamo tentennato, o ceduto, il nostro obiettivo era quello ed ora, che abbiamo davanti l’avvio del percorso finale, mi piace pensare che abbiamo visto giusto, dall’inizio: perche’ quando sei “nel giusto”, ovvero rivendichi e persegui una cosa sacrosanta, quando vuoi rimediare ad una colossale iniquità (come piazzare un porto davanti alle case, mangiando la spiaggia!), non puoi che vincere e veder riconosciuti i tuoi diritti ad una vita sana, a quella qualità dell’abitare cui il PINQUA si richiama. Bene, che la cosa cominci, allora, e tutto il tempo e le migliori energie non saranno spese invano!

  7. E’ una grade bella notizia, in questi tempi che fervono di grandi lavori ci uniamo pure noi praini ad abbellire quel pezzo di Pra’ così trascurato dai nostri predecessori privi di lungimiranza da ridurre la zona di Palmaro ad essere quel che tutti abbiamo sotto gli occhi. Evviva a chi non si è arreso ed ha puntato ad impresa che sembrava impossibile.
    Continuiamo con impegno a raggiungere quello che è giusto.

  8. Sono felice di sentire belle notizie per Palmaro così distrutta da troppa incuria. Che tutto fili secondo desiderata!

  9. Bella notizia evviva però prima mettiamo apposto il po te nella fascia ? Palazzo Tursi perché non ti occupi anche di questo ??? Forse perché fa poco clamore … SCAMDALOSI !!!!

Rispondi a Michela C. Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*