L’esito del voto per la Regione. Astensionismo record. I 5 stelle si confermano la prima forza anche a Pra’.

Luciano Bozzo #

Alla fine poco meno della metà degli elettori di Pra’ (circa il 49 %) ha voluto partecipare a questa giornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale. Se all’astensione dal voto aggiungiamo anche le schede bianche e quelle nulle possiamo notare che solamente il 47,1 % degli elettori praesi ha espresso un voto valido per uno dei candidati o per una delle liste in competizione. Come in molti prevedevano la forte crescita dell’astensione è stata la risposta più praticata da parte dell’elettorato (a Pra’ come nel resto d’Italia) alle diffuse ruberie da parte di tanti Consiglieri Regionali che nella nostra, come nelle altre regioni hanno utilizzato con estrema disinvoltura i fondi pubblici destinati ai gruppi consiliari per spese personali e voluttuarie con risvolti spesso ridicoli e grotteschi. Quasi sicuramente il fatto che diversi esponenti anche di spicco dello scorso Consiglio Regionale siano stati indagati ed in alcuni casi anche tratti in arresto per questi fatti ha avuto un innegabile peso nel registrare, se non erro, la più bassa affluenza alle urne di sempre per delle elezioni amministrative; se a ciò aggiungiamo la percezione dell’inefficacia della politica sia nazionale che locale nell’affrontare le gravi difficoltà economiche che gravano su gran parte della popolazione, nel perseguire la cura del territorio e nel contrastare le ingiustizie, le illegalità e le diseguaglianze crescenti che ammorbano il nostro panorama nazionale nella sua quotidianità il fatto che metà della gente sia rimasta a casa non può certo destare grande sorpresa. Fatta questa premessa se andiamo ad analizzare l’esito del voto della metà dell’elettorato che si è invece recata alle urne emerge il fatto che a Pra’ come a Genova il Movimento 5 stelle si conferma la prima forza politica come già era accaduto per le elezioni del Parlamento nazionale del 2013, mentre solo lo scorso anno si era invece piazzato al secondo posto dietro al sorprendente risultato del Partito Democratico alle elezioni europee. Anche la candidata presidente dei 5 stelle, Alice Salvatore, è risultata la più votata a Pra’ come a Genova; a Pra’ ha però ottenuto il 34,7 % delle preferenze (con il massimo del 36,1 % nel quartiere di Cà Nuova), una percentuale quindi ben maggiore rispetto a quella avuta nel capoluogo e nell’intera Liguria. Diversamente invece dal capoluogo ligure al secondo posto a Pra’ si è piazzata la candidata del Partito Democratico Raffaella Paita, che però qui da noi già era stata sonoramente battuta anche alle elezioni primarie del Centro-Sinistra da Sergio Cofferati; solo terzo invece il neo governatore ligure Giovanni Toti.
Buona, anche se meno consistente rispetto al resto della città, l’affermazione di Luca Pastorino mentre totalmente marginale è stato il consenso ottenuto dagli altri quattro candidati; e qui sorprende in negativo soprattutto il poco lusinghiero risultato di Enrico Musso, il quale solo tre anni fa era stato capace di contendere al ballottaggio l’elezione all’attuale sindaco di Genova, Marco Doria ed anche allora come oggi Musso si presentava alla guida di una lista civica sganciata dai partiti tradizionali.
L’altro elemento di riflessione che emerge con grande forza da questo voto è la formidabile crescita della Lega Nord che a Pra’ arriva al 18,8 % (e addirittura al 20,9 % nella zona che comprende i sestieri di Borgo Foce, San Pietro e Longarello) una percentuale mai raggiunta, perlomeno negli ultimi vent’anni.
Di seguito pubblichiamo il dettaglio dei voti e delle percentuali ottenute a Pra’ sia dai candidati alla presidenza che dalle varie liste raffrontate con le percentuali riscontrate a Genova e in Liguria.

 

Candidata/o

Pra’

Genova

Liguria

Voti

Percent.

Percent.

Percent.

Alice Salvatore

2.790

34,7 %

29,6 %

24,8 %

Raffaella Paita

2.194

27,3 %

24,3 %

27,8 %

Giovanni Toti

2.010

25,0 %

28,2 %

34,4 %

Luca Pastorino

757

9,4 %

12,6 %

9,4 %

Enrico Musso

110

1,4 %

3,0 %

1,6 %

Matteo Piccardi

83

1,0 %

0,8 %

0,8 %

Antonio Bruno

73

0,9 %

1,1 %

0,7 %

Mirella Batini

19

0,2 %

0,4 %

0,3 %

Totale

8.036

47,1 %

49,8 %

 

 

Lista

Pra’

Genova

Liguria

Voti

Percent.

Percent.

Percent.

Movimento 5 stelle

2.120

32,5 %

27,6 %

22,3 %

Partito Democratico

1.863

28,6 %

24,8 %

25,6 %

Liguri per Paita

153

2,3 %

2,2 %

3,2 %

Liguria Cambia

63

1,0 %

0,8 %

1,5 %

Lega Nord

1.228

18,8 %

16,7 %

20,2 %

Forza Italia

430

6,6 %

10,1 %

12,7 %

Fratelli d’Italia

90

1,4 %

3,1 %

3,1 %

Area Popolare Liguria

27

0,4 %

0,9 %

1,7 %

Rete a sinistra

206

3,2 %

4,1 %

4,1 %

Lista Pastorino

148

2,3 %

4,6 %

2,5 %

Liguria Libera

73

1,1 %

3,0 %

1,6 %

Partito Comunista dei Lavoratori

59

0,9 %

0,7 %

0,6 %

Altra Liguria

49

0,8 %

1,2 %

0,7 %

Fratellanza Donne

9

0,1 %

0,3 %

0,2 %

Totale

6.518

38,2 %

40,0 %

 

1 Comment

  1. Grazie dell’analisi accurata su questo voto, viste le percentuali degli astenuti, direi che la prima forza sono proprio loro, davanti ai 5 stelle: costituiscono la schiera di persone indecise, disilluse e, sopratutto, come osserva il redattore,disgustate dalle ruberie e dall’uso improprio di fondi pubblici.Un brutto segno, quando nemmeno si sente il bisogno di tentare un cambiamento, esprime un’amara rassegnazione, che “tanto sono tutti uguali…non vado…non mi scomodo nemmeno,perchè poi va a finire sempre come vogliono LORO ecc.ecc.ra.”
    Ovviamente, votare non è un obbligo, ma un diritto ed un dovere civico: non si commette alcun reato, evitando di esprimersi, ma certo, si perde un’occasione di partecipare.
    La mia speranza è che qs forze nuove chiamate a governare la Liguria, rappresentino davvero un cambiamento in positivo: possiamo leggere il seguente messaggio, dai risultati elettorali:a casa i soliti, che hanno governato decenni la regione, ridotta in ginocchio dal punto di vista geologico, sociale, culturale…ed avanti gli altri,confidando che facciano meglio!
    In realtà, fare peggio è un pò difficile…eheheheh!

Rispondi a Piratina Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*