Le rotonde del P.O.R. – Pra’ Marina

Velocifero-

Tramite i lavori del P.O.R. – Pra’ Marina che sta ridelineando via Pra’, la strada Rotonda Taggia blitoranea praese, riconnettendo l’abitato alla Fascia di Rispetto e al mare, a Pra’ per la prima volta stanno comparendo le rotatorie, e sono ben quattro. Da notare quella in corrispondenza dell’innesto di via Taggia sulla quale spicca la scritta “Pra ‘ “ realizzata in blocchetti di pietra, come in molte altre località rivierasche a connotazione turistica. Le rotatorie non fanno parte della tradizione viaria italiana ed hanno cominciato ad essere realizzate in modo diffuso solo in tempi recenti per 4 Norma x Rotonda 1eliminare ove possibile i semafori. E’ pertanto utile ricordare le norme stabilite dal codice della strada in quanto molti conducenti, a quanto si vede in giro, evidentemente, non ne hanno una precisa e chiara conoscenza. Nel nostro codice della strada non esiste una norma specifica che regolamenta la circolazione nelle rotatorie. Bisogna quindi fare riferimento ad alcune sue norme che disciplinano la circolazione dei veicoli sulla strada: si tratta degli articoli 143, 144 e 154, da adeguare alla particolare conformazione della rotatoria. L’articolo 143 impone 4 Norma x Rotonda 2l’obbligo di percorrere la corsia più libera di destra; l’articolo 144 impone di  circolare per file parallele in centro abitato in relazione alla densità di traffico; l’articolo 154 disciplina, tra l’altro, l’utilizzo degli indicatori di direzione, nel caso si intendesse cambiare corsia o direzione. Ai fini della circolazione infatti le rotatorie devono considerarsi come aree di intersezione, di fatto degli autentici incroci che canalizzano il flusso di auto in senso circolare. Con una rotatoria ad una corsia e con corsie singole di entrata si ha la situazione più semplice: basta seguire il senso di circolazione, antiorario, segnalato dagli appositi cartelli, dare la precedenza in entrata, ai veicoli già in rotatoria, e segnalare prima dell’uscita. Nella situazione di una rotatoria a corsia unica ma con due corsie di entrata vale la regola generale 4 Norma x Rotonda 3della precedenza a destra prevista dall’articolo 145 del codice della strada. Quindi, avrà la precedenza per accedere alla rotatoria il veicolo che circola sulla corsia di entrata di destra. Nel caso in cui, invece, anche la rotatoria, come raccordi di ingresso, abbia due corsie di marcia, ciascun veicolo dovrà accedere stando nella propria corsia: il veicolo di destra dovrà accedere nella corsia più esterna, mentre il veicolo di sinistra dovrà stare nella corsia più centrale. Sarà poi possibile cambiare la corsia, facendo uso degli indicatori di direzione e concedendo la prescritta 4 Norma x Rotonda 4precedenza a destra, valida in ogni caso. Generalmente si circola sulla corsia di destra se si intende imboccare la prima o la seconda uscita, e sulla corsia di sinistra per eventuali uscite successive. È comunque possibile rimanere sulla corsia di destra fino all’uscita prevista. In uscita dalla rotatoria chi circola nella corsia di sinistra deve prestare attenzione a non intralciare l’utente che si trova sulla corsia di destra, che ha sempre e comunque diritto di precedenza.

5 Comments

  1. Ottimo contributo per rinfrescarci sul Codice Stradale in merito alle rotatorie…la scritta in pietroline è una figata, quando finalmente calera’ il sipario di quella rete di cantiere…e quando le sciagurate palme verranno sostituite con esemplari in salute, SARA’ UNA ROTONDA BELLISSIMA!

  2. Se sono ancora vive, potrebbero essere in grave deficit non per una questione di mancanza d’acqua, ma per una scelta sbagliata nella tipologia delle piante in relazione alla loro collocazione particolarmente esposta al vento. Non credo stiano morendo di sete, perché bisognerebbe dedurne che l’impianto di irrigazione, che è stato previsto per ogni nuova essenza, non viene attivato. Il che sarebbe tanto grave da far temere per tutte le nuove piante. Speriamo anche sia messa in conto la sostituzione del verde che non attecchisce, fosse anche per la percentuale di fallimento che è fisiologica in ogni nuova sistemazione.

  3. bello ma peccato che all’altezza della Coop ove esiste un semaforo per l’attraversamento verso la nuova stazione, questo non è più prevvisto con la nuova strada a 4 corsie. I pedoni debbono quindi volare????ì mi venga spiegato perchè nell’altro attraversamento verso la piazza sciesa il semaforo è stato installato.
    grazie
    e se cos

Rispondi a Paola G. Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*