La risposta della candidata Sindaca Marika Cassimatis alle tre domande di SuPra’Tutto.

Luciano Bozzo –

Nell’occasione delle elezioni comunali del prossimo 11 giugno SuPra’Tutto ha deciso di porre ai nove candidati a Sindaco di Genova tre questioni che si ritengono importanti per il futuro di Pra’ e che riguardano: un rapporto tra porto commerciale e centro abitato più corretto e rispettoso dei diritti dei residenti e dell’ambiente, il progetto del palazzetto dello sport nella Fascia di Rispetto di Levante, ed il perseguimento di una “Par condicio municipale”. (Il dettaglio delle tre domande poste è disponibile su http://www.supratutto.it/notizia-tribuna-elettorale-praese/ )

A tutti i candidati è stato chiesto un parere su questi temi e la eventuale loro disponibilità ad impegnarsi per il raggiungimento degli obiettivi ad essi collegati, molto sentiti dalla cittadinanza praese.

Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo le risposte della candidata Marika Cassimatis, 55 anni e due figli, laureata in Scienze Politiche e in Geografia, insegnante proprio di geografia in un istituto tecnico di Sestri Ponente. Consigliera comunale uscente nelle fila del Movimento 5 Stelle, dopo un controverso voto on line per la scelta del candidato a Sindaco per il Movimento, voto che l’ha vista inizialmente premiata per finire poi invece sconfessata ed estromessa di fatto dalla lista elettorale dei 5 Stelle, (una vicenda contrastata che ha avuto anche un clamoroso strascico in Tribunale), Marika Cassimatis ha deciso di presentarsi per la corsa a Sindaco di Genova alla guida di una lista autonoma che porta proprio il suo nome.

Sul primo argomento, quello del “Porto Amico” e della estensione della Fascia di Rispetto anche davanti a Pra’ Palmaro e Pra’ Cà Nuova ci risponde:

“Siamo sicuramente favorevoli alla riqualificazione del territorio di Pra, alla elettrificazione delle banchine e al cambio del paradigma economico che interessa le aree portuali genovesi. Come da nostro programma, noi riteniamo che Genova non debba rincorrere il gigantismo navale perche’ abbiamo un territorio con peculiarita’ non adatte. Siamo pertanto contrari alle grandi opere finalizzate ad un incremento dei milioni di Teu che dovrebbero transitare velocemente dal porto per bloccarsi poi a Novi Ligure. Una logica assurda. Noi pensiamo invece ad uno sviluppo che ponga al centro i bisogni delle persone e a basso impatto, privilegiando il turismo, le funzioni ludico sportive, il trasporto pubblico leggero”.

Per quanto riguarda gli altri temi (Completamento del P.O.R., PalaPra’ e Par Condicio municipale) ci fa sapere:

“Il nostro progetto politico prevede forme di partecipazione diretta dei cittadini per proposte concrete di sviluppo del territorio. Attraverso tavoli partecipati che devono svilupparsi in modo strutturato nei Municipi, confrontando tutte le parti in causa. Quindi massima disponibita’ al vostro progetto di modifica e integrazione del P.O.R., come anche potenziamento del ruolo dei Municipi in questa fase importante del processo politico. Mi auguro che riescano ad entrare in Municipio dei vostri rappresentanti, noi non abbiamo liste nel vostro e per questo collaboreremo con tutti.”

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*