La lunga estate della “Sapello”: AMICIZIA, SPORT E SOLIDARIETA’.

Elisa Provinciali – Con l’avvento della bella stagione, il clima ovviamente piu’ gradevole , le giornate con maggior luce e l’affievolirsi delle “grecalate” invernali, la vocazione sociale dell’ A.S.D.P.S. Sapello si esprime con maggior vigore, attraverso una serie di attivita’, che anche quest’anno si sono svolte con regolarita’ e successo.

A partire dal corso VELASCUOLA FIV, con i ragazzi dell’elementare P. Thouar e le loro insegnanti: intenso gradimento, tanto che e’ nata la richiesta di fare “un ripasso” a settembre!

sap3Sempre bambini piccoli, seguiti dalla “Giostra della Fantasia”, hanno frequentato la societa’: sap2”Fin dalla presentazione dei programmi, la giornata della “vela” è stata una delle più attese da parte di bambini, sia da quelli che già vi avevano preso parte gli anni precedenti, sia dai nuovi iscritti. Le giornate si sono svolte con grande serenità, grazie, all’organizzazione perfetta che i nostri ospiti avevano approntato. ”Cosi’ scrive Chiara Calcagno, responsabile del centro estivo.

sap-1Un piccolo gruppo di adulti proveniente da Sant’Eusebio, tutti a mobilita’ ridotta, in carozzella, e’ stato accompagnato in mare per un completo giro panoramico del Porto di Pra’.

I ragazzi di Multedo, seguiti da una nota struttura per il disagio giovanile, hanno fatto uscite individuali sugli “Optimist”, assistiti dagli istruttori in gommone, per tutto il mese di luglio.

Non sono mancati gli incontri con gli appassionati della Cooperativa Sociale che , da tempo,frequenta i pontili di Pra’: giovani ed adulti, accomunati da una “voglia matta” di tirare scotte e drizze…e cimentarsi alla canna da pesca ed al remo. Li vediamo nella foto di gruppo, che ha sancito, con una allegra festa, la pausa del corso.

Sulla stessa scia, si sono avvicendati alla vela, alla canna da pesca , un sap-0gruppo di persone con lievi problematiche, seguiti dall’ASL3, anch’essi fortemente entusiasti e motivati.

Che voto mi dai oggi? Ho timonato bene?”, riferiscono Davide e Michele, gli istruttori, infaticabili, a riguardo dell’atteggiamento di molti di costoro, anche se non tutti vanno approcciati allo stesso modo. “L’importante e’ non forzarli mai, devono fare cio’ che si sentono!” Sicuramente, l’attivita’ sportiva di gruppo e’ benefica e gratificante per tutti , soprattutto costituisce un’evasione, quel qualcosa di nuovo che diverte i nostri marinai.

Infine, la degna conclusione si e’ svolta il 10-11 settembre, con la tradizionale Regata Dream sul lago di Garda, a Malcesine. Primi e secondi? Ma naturalmente gli equipaggi praesi, con Alessio e Pietro, avvezzi ormai a trionfare sui trentini , veronesi e gardesani.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMi piacerebbe tanto ricambiare l’invito che annualmente riceviamo, ed ospitare noi la regata, anzi credo che sarebbe assai frequentata (quest’anno, a Malcesine, mancavano i Dreams di La Spezia)- dice Agatino Trombetta, responsabile del settore alla Sapello- ma il grosso dilemma e’ ovviamente la sede dove alloggiare gli equipaggi sfidanti, che deve essere priva di barriere architettoniche”.

Sembra una bella prospettiva, gia’ sono in progetto foresterie varie sulla Fascia ed a Villa de’ Mari, ma finora non vi e’ nulla di concreto… Certamente, la necessita’ di ospitare gli atleti per gare internazionali, di qualsiasi disciplina, e’ fondata, alla luce anche dei progetto PalaPra’ che si spera possa andare…in PORTO! Ed anche per i ventilati impianti che il Comune ha promesso di realizzare. Sempre piu’ Pra’ si configura come Cittadella dello Sport, per tutti, ad ogni fascia di eta’ e per ogni abilita’.

Complimenti alla Sapello, che attraverso una partecipazione volontaria dei suoi soci, rivolge al sociale le abilita’ marinare che sono il suo fondamento.

5 Comments

  1. Il mare così vicino a noi e per molti quasi irraggiungibile. Finalmente con la buona volontà e generosità di alcuni tanti ragazzi meno fortunati di altri riescono ad avvicinarlo e ad apprezzarlo. Auguri che si possa continuare e magari migliorare questo servizio educativo e di fratellanza.

  2. Ho regatato a stretto contatto con bambini e ragazzi con diverse abilita’: mi sento di dire che sempre è stata una bella esperienza, da cui ho impatato a guardare la vita con lo sguardo “semplice”, ma anche acuto, di essi.
    Adesso, che anche le Paralimpiadi ci hanno dato emozioni e soddisfazioni, mi unisco a Fabio nel prefigurare ancora tante iniziative del genere, arricchenti tanto per chi le pratica, come per chi collabora.

  3. Tutto bello. Ma intanto il tempo passa… Cercate di essere meno autoreferenziali: i problemi di un anno fa ci sono ancora tutti. Le gite sono belle ma è utile tenere i piedi per terra.

    • Carissimo Alex, come (ti fai chiamare) invece di nasconderti, dietro ad un nomignolo,sarei più felice che tu ti confrontassi con noi direttamente, Io sono sempre a disposizione di chiunque per spiegare, confrontarsi, provare, toccare con mano, quello che i Nostri Volontari fanno da moltissimi anni, con la massima dedizione, senza mai lamentarsi e senza mai fare (delle gite) come tu ti permetti di scrivere,noi quello che facciamo prima di tutto è sotto gli occhi di chiunque voglia vedere,(Vedere per credere) sei invitato tu e chiunque abbia voglia di venire ad agregarsi a questo manipolo di Volontari, scusate la ripetizione, ma è doveroso ribadirlo.
      Perciò uso questo spazio, per ringraziare tutte le persone che direttamente od indirettamente (vedi spazi, elogi,e riconoscimenti)si adoperano perché ciò possa essere realizzato.
      Rinnovo la mia richiesta che tu Alex possa venire, quando vuoi, a confrontarti con me,cosi sarò felice di farti toccare con mano.
      Ringraziò inoltre la redazione che ci dà l’opportunità di poterci spiegare e far sentire la Nostra Voce.
      Grazie di vero Cuore. Il Presidente della A.S.D.P.S.Pra Sapello 1952
      Giuseppe Villa

  4. bellissime iniziative sia per i ragazzi che per quelli che ragazzi non lo sono più ma che tali si sentono. La speranza e’ che pra’ continui a rinnovare questi progetti ed altri ancora e cercare con la raccolta di firme di “allargare e allungare” questi progetti anche a Palmaro. Faccio riferimento al canale di calma e alla fascia di rispetto. Sarebbe bellissimo . Un sogno invece riportar le bellissime spiagge che avevamo e che rendevano Palmaro e Pra una piccola Riviera.

Rispondi a Alex Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*