La Fondazione PRimA’Vera prende posizione sui container vicino alla Fascia

ATTUALITA'

La Redazione #

I container caduti nei pressi della torretta di arrivo del campo di regata (Foto Giova)
I container caduti nei pressi della torretta di arrivo del campo di regata (Foto Giova)

Non sono basate due trombe d’aria con relativa caduta di container sulla pista ciclo pedonale per far arretrare le pile dei container che beffardamente incombono sulla nostra Fascia di Rispetto.

Con le ultime allerte meteo abbiamo subito anche il paradosso della chiusura della passeggiata a mare per pericolo di “caduta container”. Ovvero alla parte lesa vengono poste limitazioni, mentre coloro ledono i nostri diritti, non subiscono alcun disturbo e possono continuare a lasciare parcheggiati i loro pericolosi cassoni a pochi metri da una zona ludico sportiva.

Ora se il primo episodio, come ci hanno confermato alcune consulenze legali portate avanti dalla Fondazione PRimA’Vera, poteva essere derubricato come avvenimento eccezionale non contemplabile a priori, un successivo evento dello stesso tipo sarebbe stato da ritenersi una negligenza grave da parte della Nuovo Borgo Terminal concessionaria del terreno e proprietaria dei container che avrebbe dovuto rispondere di gravi negligenze non avendo preso le opportune precauzioni.

Come è ormai noto, purtroppo, a distanza di pochi giorni, dei container sono nuovamente caduti sulla Fascia e, forse per quanto detto sopra, il personale della Nuovo Borgo Terminal si è poi affrettato a toglierli.
La Fondazione PRimA’Vera ha quindi scritto una lettera alla Nuovo Borgo Terminal che riportiamo di seguito, nella speranza di poter portare avanti in modo fermo i nostri diritti.

Spettabile:
Nuovo Borgo Terminal Containers S.r.l.
Piazza Giovanni Lerda, 1 – 16158 Genova

Per conoscenza:
Autorità Portuale di Genova
Palazzo San Giorgio
Via della Mercanzia, 2 – 16124 Genova
C.a. Presidente Luigi Merlo

Comune di Genova
Municipio VII – Ponente
Piazza Gaggero, 2 – 16158 Genova
C.a. Presidente Mauro Avvenente

Genova – Pra’, 19 Novembre 2014 – Raccomandata a.r.

Oggetto: Fascia di Rispetto di Pra’ – Rischio per la sicurezza dei cittadini causa caduta container

Spettabile Società,
la FondAzione PRimA’vera, su richiesta di innumerevoli cittadini Praesi che ci hanno contattati ed
invitati a prendere contatto con codesta società, forma la presente per comunicarVi quanto segue.
Come Vi è senz’altro noto, in data 10 e 15 Novembre uu.ss., la delegazione genovese di Pra’ e, in
particolare, il relativo tratto litoraneo, sono stati interessati da violenti vortici d’aria che hanno provocato,
tra l’altro, la rovinosa caduta di diversi container collocati all’interno del bacino portuale, nell’area
condotta in locazione da codesta spettabile Società ed il conseguente abbattimento sulla sottostante
pista ciclopedonale. Fortunatamente, l’evento non ha cagionato danno alcuno a persone, registrandosi
esclusivamente danni alle infrastrutture. Tuttavia, il ravvicinato ripetersi delle situazioni di alto rischio
anzidette, induce il fondato timore di nuovi, analoghi eventi pregiudizievoli ed ha comprensibilmente
generato allarme e preoccupazione nella Cittadinanza.
In ragione di quanto precede, anche in considerazione degli artt. 2051 e 2043 c.c., si invita codesta
spettabile Società, ove del caso d’intesa con le competenti Autorità pubbliche e società private, ad
adottare tutte le misure necessarie per prevenire il ripetersi del fenomeno denunciato.
In particolare, invitiamo codesta società a ridurre l’altezza delle pile dei container in modo tale che non
superino l’altezza delle dune alberate di separazione area operativa portuale – pista ciclo-pedonale
Fascia di Rispetto di Pra’, riposizionando ed allontanando inoltre le suddette pile di container dalle
suddette dune interponendo una opportuna distanza di sicurezza dalle aree di pubblico interesse ed
interessate dalla libera frequentazione dei cittadini.
Vi informiamo altresì, che, in assenza di un vostro pronto intervento onde abbassare l’altezza delle pile
di container e allontanarli dalla pista ciclo-pedonale, persistendo una situazione di grave pericolo, ci
vedremo costretti a valutare l’opportunità di azionare, ove del caso in via giudiziale (civile, penale ed
amministrativa), tutti i rimedi ritenuti necessari al fine di tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini
Praesi.
Si rimane a disposizione per un eventuale, costruttivo, confronto in ordine alla vicenda in oggetto e,
confidando in un vostro adeguato e sollecito intervento, porgiamo distinti saluti.

2 Comments

  1. Bene….era doveroso fare questo passo…ora aspettiamo la risposta della ditta….ma anche la risposta delle Istituzioni….soprattutto delle Istituzioni!!!!!!!

  2. L’ iniziativa della lettera e’ sicuramente positiva, ma purtroppo temo che l’ azienda alla quale e’ destinata la lettera sia consapevole del fatto che gli enti preposti alla nostra tutela (tutti in copia nella lettera) non hanno mai fatto nulla per combattere il problema ma anzi…
    Speriamo che arrivi presto una risposta alla lettera, che contenga qualcosa di concreto, e non solo i finti buoni propositi sempre spiattellati in faccia agli abitanti di Pra’, e sempre disattesi. Nell’ attesa di una risposta, invito tutti ad aderire all’ iniziativa del Comitato per Pra’ in merito alla presentazione di un’ esposto, che ogni singolo cittadino puo’ presentare, per segnalare il proprio disagio e disappunto sulla questione dei container sulla fascia.
    L’ esposto, da firmare e consegnare presso la stazione dei Carabinieri di Pra’ puo’ essere scaricato dal seguente link:

    http://www.comitatoperpra.org/index.php?option=com_content&view=article&id=539:containers-pericolosi-firma-l-esposto&catid=39&Itemid=203

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*