Il consiglio comunale inizia con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

ATTUALITA'

I Container mentre sono spostati dalla tromba d'aria (Foto Giova)

La Redazione #

Riportiamo l’estratto dal consiglio comunale

Al primo punto i container nel porto di Pra’, confinanti con la pista ciclabile. Salvatore Caratozzolo (Pd) chiede se sia possibile una diversa collocazione: Pra’ e Palmaro si affacciano sul porto; è una convivenza difficile. I container a causa del maltempo sono precipitati sulla pista, provocando danni. È possibile spostarli?
Risponde l’assessore Emanuele Piazza: sono disponibile a un incontro sul tema con il Municipio e con l’Autorità Portuale, che ha competenza su quei container e che, interpellata da me, ha risposto: l’attività Nuovo Borgo Terminal ha da pochi anni trovato una limitata risposta ai propri bisogni di spazio,  non è facile individuare un’altra diversa collocazione sia perché altre aree sono già in concessione ad altri soggetti, sia perché altre aree devono essere liberate da cumuli di terra posti in passato sotto sequestro e le cui procedure di rimozione richiedono tempo e siti adeguati dove portare il materiale. Comunque, per il breve periodo, si stanno mettendo a punto iniziative e provvedimenti volti alla prevenzione del rischio con interventi in caso di allarme che valutino compattezza, tiri, sistemi di contenimento dei container e distanze di sicurezza. Nel frattempo Autorità Portuale sta valutando come sia possibile nel medio periodo individuare altri siti dove ricollocare l’attività

 

1 Comment

  1. Grazie a Salvatore Caratozzolo, ma la risposta”immediata” prefigura, ahinoi, soluzioni dilazionatissime:individuare nuove aree nel medio termine è un eufemismo che non promette nulla di buono.
    Chiunque può notare vaste aree inutilizzate nella piattaforma portuale, situate, tra l’altro, in zone dove l’impatto con l’abitato sarebbe meno devastante, ossia verso il casello, lungo un rettilineo libero da case.
    Se vi fosse la volontà di dislocare altrove i containers, le obiezioni lette verrebbero facilmente superate: qualsiasi sito sarebbe meglio dell’attuale, davanti alle case ed adiacente alla pista ciclabile! Veramente vergognoso, pericoloso e sintomo di colpevole incuria.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*