Gemellaggio artistico MusicArt Villa de’ Mari, Pra’ – Conservatorio”Umberto Giordano”, Foggia

Elis@Provinciali

Hanno affrontato un lungo viaggio,per venire ad esibirsi , e donarci una bellissima serata, dedicata al bel canto: Chiara Mucedola, Valeria di Tommaso, Nicola Napolitano, Massimiliano Guerrieri, Emanuele di Pompeo: giovanissimi, talentuosi al massimo, dotati di grinta, doti vocali notevoli, presenza scenica: non manca loro nulla per proiettarsi nel sogno della loro vita, e la passione che effondono e’ contagiosa. Guidati dalla nota soprano Sandra Pacetti, artista intensa e dalla voce splendida e potente, questi ragazzi speciali si sono alternati in un repertorio vario ed impegnativo: arie e romanze di Verdi, Massenet,

Mozart, Puccini, Donizetti, Gounod, Tosti, Giordano, accompagnati al pianoforte dalla maestra Monica Buscicchio, che ha saputo fondere con sensibilita’ le voci dei cantanti con lo strumento, in un’amalgama che ha valorizzato entrambi: la voce e le corde dialogano, si stimolano a vicenda, si rispondono, ed il pubblico viene rapito da tale simbiosi.

Si e’ esibito come ospite il violinista Costantino Ciobanu, che abbiamo apprezzato in precedenti serate, ed ha nuovamente fatto scaturire dal suo violino armonie struggenti, accordi melodiosi, molto apprezzati dalle numerose persone che hanno affollato la bella Cappellina di Villa de’ Mari, suggestivo scrigno musicale.

Ha concluso il programma un travolgente”O sole mio”, inno all’italianita’ ed alla gioia, interpretato da tutto il gruppo di artisti, in un ensemble di grande impatto, tanto che i presenti hanno chiesto il bis, offerto con l’aria “Toreador”, dalla Carmen di Bizet.

Standing ovation, e poi la premiazione/ ricordo che i conservatoristi condurranno con se’ nel viaggio di ritorno a casa: il volume su Pra’, quello relativo ai Teatri genovesi, la targa che testimoniera’ questa intensa esperienza, un diploma per ognuno del giovani, consegnati dal Presidente del 7Municipio, Chiarotti e dall’Assessore Morle’, che da molti anni cura la direzione artistica di questi eventi,i quali hanno il pregio di formare il gusto all’ascolto musicale di qualita’, a tutti i cittadini, che magari non hanno mai varcato l’ ingresso di un teatro lirico, e possono invece farlo con le Serate in Villa, senza spendere nulla.

Mentre la gente sciamava all’uscita, abbiamo intervistato brevemente la classe di canto: se per Valeria esso e’ “il senso della mia vita”, Chiara , cantando esprime “la liberta’ dell ‘anima”, mentre Nicola lo ritiene “l’emozione di un dono di Dio”, Massimiliano ed Emanuele hanno apprezzato “il calore dell’accoglienza ricevuta”,e tutti quanti, con varie espressioni hanno ringraziato “di cuore” per aver offerto loro l’opportunita’ di esibirsi in una citta’ “ ricca di arte e cultura”.

La carismatica soprano Pacetti, che da ben 8 anni e’ ospitata per cantare nelle Serate in Villa, ci ha confidato che “il grande amore e rispetto che provo per il canto mi impegnano a studiare sempre ed a cercare il modo migliore per infondere sicurezza e trasmettere positivita’ ai miei ragazzi”.

Che poi, se andiamo a vedere, non e’ altro che il senso della vita, per tutti: credere nelle proprie passioni, impegnarsi per dare il meglio di se’ e passare il testimone alle giovani generazioni.

Per aspera, ad astera : attraverso le cose difficili, raggiungeremo le stelle.

5 Comments

  1. Ho assistito a questa serata, con una cara amica, ed entrambe ci siamo molto divertite. Ascoltare dal vivo questi giovani tenori e soprano e’ un’esperienza emozionante, che “prende” davvero. Bravi!

  2. Non vado pazzo per la lirica, ma ammiro questi ragazzi e ragazze, che studiano e si perfezionano.
    E poi, pure carine le due soliste!

  3. Davvero, lettori, voci potenti e grande capacita’ interpretativa. Mi chiedo quanti sacrifici facciano questi ragazzi per coltivare il loro talento.
    Ad un’eta’ in cui molto loro coetanei si sollazzano, spensierati. Credo che il mondo del bel canto imponga ore ed ore di prove, ed anche rinunce nella condotta di vita (alcool, attenzione al cibo, all’umidita’ ec.ra), ma ho visto in loro tanta passione che non credo facciano fatica …Bravi, senza alcun dubbio.

  4. Ero a Villa de’ Mari proprio con Elisa, la redattrice di questo articolo ed anche io ho apprezzato questi giovani talenti, ognuno con la propria personalita’ artistica particolare, bravissimi.
    Sono iniziative di valore, che fanno grande Pra’.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*