Corteo Storico di Colombo: Pra’ conduce il grande Navigatore Genovese ad incontrare il Nuovo Mondo

Michele Stagno –fotonotizia-

Il Kech d’epoca “Fomalhaut”, che abitualmente fa bella mostra di se’ ormeggiato nelle acque di Pra’, presso le banchine dell’ASDPS Sapello, ha avuto l’onere e l’onore di sbarcare Colombo ed il suo equipaggio al Porto Antico, domenica 8 ottobre.

Giunta ormai al 25mo anno di rievocazione, l’iniziativa vuole essere l’occasione per mettere in scena , attraverso due distinti cortei che percorrono i luoghi piu’ significativi di Genova quattrocentesca, con sfoggio di costumi, sbandieratori e stendardi, l’ideale congiunzione tra due culture che si abbracciano.

 

Il gruppo composto da esponenti dell’America Latina, insieme ai figuranti dell’antica Repubblica di Genova, che camminano insieme festosi, rappresenta l’unione tra i popoli e la grandissima, epocale scoperta del Nuovo Mondo, che cosi’ profondamente ha inciso nella storia mondiale.

Una festa “urbana”, che ha coinvolto cittadini e passanti, ed è appunto culminata nello sbarco dell’Ammiraglio ai moli di Piazzale Mandraccio, accolto con entusiasmo, probabilmente pari a quello che circondo’ Cristoforo Colombo, rientrato in patria a raccogliere gli onori delle sue scoperte attraverso perigliose navigazioni.

 

La disponibilità dell’imbarcazione e le sue caratteristiche antiche hanno suscitato infine la curiosità e l’ammirazione dei presenti, grandi e piccoli che hanno potuto salire a bordo e visitarla, definendola “un bueno barco”!

2 Comments

  1. Grande Pra’ e Sapello, che si rendono presenti in una iniziativa di grande valore e significato.
    La verita’ storica ci consegna anche la narrazione del sanguinoso sfruttamento dell’Europa, nei confronti del Nuovo Mondo, ma in questa giornata si auspica e si configura l’unione delle culture, la pace tra i popoli, concetti di estrema attualita in questa fase di migrazione globale.

    Pensare che la mia Delegazione e’ protagonista di tutto questo mi rende orgogliosa, e credo sia molto efficace anche per dare una visibilità a Pra’ dal punto di vista turistico.
    Abbiamo tante eccellenze, in questo caso umane, visto l’impegno dei marinai volontari accompagnatori del Grande Genovese: giusto riconoscerle e darne notizia. Bravi!

Rispondi a Accio Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*